sito versione italianaenglish version

Lorenzo Pedri - Istruttore Motocross

 
Mi chiamo Lorenzo Pedri: sono un tecnico federale FMI (Federazione Motociclistica Italiana) e attualmente svolgo l’attività di istruttore di motocross.
Ho corso in moto da cross per diversi anni dedicandomi a tempo pieno a questa disciplina, gareggiando per anni nei campionati nazionali e triveneti, prendendo parte anche a qualche gara di campionato del mondo nelle categorie MX3 e MXGP.

Questa la scintilla che ha acceso la mia passione

Tutto è cominciato una sera quando avevo 4 anni, quando mio babbo Mauro mi disse "Lorenzo, vieni un attimo in officina? Ho una sorpresa per te!!!"
Rimasi a bocca aperta nel trovarmi davanti agli occhi una "motoretta" fatta da lui, con le sue mani, ricavata da un vecchio motorino. Ormai era buio e mi sono dovuto accontentare di salirci sopra, ma l'indomani, come da promessa, mi portò sulle rive del fiume Adige. E' un'emozione che sento ancora viva dentro di me, ogni dettaglio di quella giornata è impresso a caratteri cubitali nel mio cuore. Prima di dedicarmi a tempo pieno a questo sport ho partecipato a tutto il percorso giovanile nel Mini-cross iniziando a gareggiare dall’età di sei anni.

Il motocross è una disciplina completa

Il motocross ha avuto e ha tutt'ora un posto importante nella mia vita. Questo anche grazie alla mia famiglia, che mi ha sempre seguito, supportato e aiutato, condividendo vittorie e sconfitte, momenti di gioia e delusioni. Il motocross per me è la disciplina più completa e bella in assoluto. E' uno sport completo perché richiede una preparazione atletica pari a pochi altri, sia a livello aerobico che di concentrazione. Lo pratichi in ogni stagione con tutte le sue varianti e condizioni, il tracciato non è mai uguale e il terreno può cambiare in base alle condizioni atmosferiche. E per tutto questo è anche bello da impazzire!

Le mie avventure FULL GAS

Il 2009 per me è stata una stagione perfetta. Ho vinto il titolo Italiano over 21 in MX1 e anche il Top Rider MX1; quell’anno ho lottato dall’inizio alla fine con i legamenti del ginocchio rotti, e vincere è stata una ricompensa enorme.
Nel 2010 invece si è realizzato il mio sogno di bambino; mi sono trovato al cancelletto di partenza al GP d’Italia in MX1 accanto ai più grandi campioni. Nel 2013 questa opportunità si è ripetuta al GP di Arco di Trento, la pista di casa, dove tutti i miei amici hanno fatto il tifo per me… è stata un’emozione ancora incredibile!
Sul mio curriculum restano in rilievo le vittorie di due titoli nazionali e diversi titoli nei campionati triveneti.

Un scelta per continuare in questo mondo

Terminata nel 2015 la mia carriera di pilota, mi sono specializzato per diventare istruttore e ho coltivato la mia scuola di motocross con il nome PEDRI MX SCHOOL.
Al momento seguo diversi piloti, mi impegno ad insegnargli la tecnica di guida e ad allenarli al meglio per le gare, sono presente ogni settimana sulle piste per svolgere questa attività. Le mie giornate le passo anche in palestra o all’aperto per svolgere altre attività sportive, amo il movimento e mi mantengo informa per il mio lavoro. 
Anche qui ce la metterò tutta e come dico sempre … FULL GAS!

Fiero di essere Testimonial di Biotex

Sono due anni che indosso i prodotti Biotex testandoli in ogni situazione atmosferica e in più discipline come: la corsa a piedi, la bicicletta, la palestra e il trekking in montagna.
Il tessuto che compone i capi promossi per le varie stagioni, si è sempre valorizzato per la sua efficacia nel mantenere la temperatura del corpo ottimale anche nei casi più estremi di caldo/freddo. Una nota importante è la traspirabilità dei materiali, che permettono di rimanere più asciutti possibile durante lo sforzo e soprattutto nelle possibili pause di recupero. Amo la leggerezza delle canotte a rete, utili ad arieggiare il corpo durante le giornate con 40 gradi che sono presenti nel periodo più caldo.
Un altro aspetto importante da non sottovalutare è l’elasticità di ogni prodotto la quale permette ogni genere di movimento con il massimo agio.
 
Lorenzo Pedri