sito versione italianaenglish version

Intervista a Fausto Masnada - Team Androni Giocattoli Sidermec

 
Fausto Masnada- Team Androni Giocattoli Sidermec
 
Chi o cosa ti ha acceso la lampadina del ciclismo?
Un mio compagno di classe delle elementari, lui già correva, e mi ha chiesto se volevo provare ad andare in bici. Così ho fatto e alla prima gara, lui ha smesso ed io ho continuato! Avevo 6 anni quando tutto ebbe inizio.
 
A che età hai realizzato che la passione si stava trasformando in un vero e proprio lavoro?
All’inzio sicuramente si prendeva tutto per gioco, all’interno della squadra non ho mai avuto pressioni, durante tutto il percorso ho iniziato a capire un pò che forse avrei potuto fare questo lavoro, dalla Categoria Juniores al 2° anno al passaggio con i dilettanti, ma prima era proprio soltanto uno sfogo.
 
La tua famiglia è sempre stata d’accordo su questa scelta?
Sì sì! Loro mi hanno sempre supportato, gli è sempre piaciuto. Penso che la famiglia sia importante perchè alla fine la domenica quando sei piccolo servono loro per portarti a correre la domenica e portarti agli allenamenti: devo ringraziarli, sicuramente hanno fatto un passo importante per me.
 
Ci sono tre gare che ti sono rimaste nel cuore?
Da dilettante ce ne sono state molte, una in particolare il giro di Lombardia che sono riuscito a vincere ed è stata davvero una grande emozione. Nel passaggio a professionista devo dire che è cambiato completamente tutto, una gara vera e propria che ho già corso e mi piacerebbe vincere forse ancora non l’ho trovata….mi piacerebbe vincere una tappa del Giro d’Italia, magari in salita, sarebbe un sogno che si realizza. Anche un vittoria in Lombardia mi piacerebbe, nelle strade di casa mia, sarebbe il massimo.
 
Qual’è il corridore più forte con cui hai corso?
Beh dato che ha appena vinto la Milano -Sanremo e ho avuto l’onore di correre con lui l’anno scorso e quest’anno, penso che Nibali sia un punto di riferimento per tutti noi, è un corridore completo che ha saputo vincere tutte le gare, è il più forte!
 
Un giorno da ricordare su tutti
In capo agonistico, è il giorno in cui sono riuscito a firmare il contratto per passare da professionista, secondo me è stato il raggiungimento di un obiettivo che avevo fin da quando ero bambino, per me ha significato molto firmare anno scorso il contratto con il Team Androni Giocattoli.
 
Un giorno da dimenticare su tutti
Ce ne sono tanti nel ciclismo, sono più quelli che vuoi dimenticare che quelli da ricordare, però anno scorso nel periodo di giugno, ho avuto due cadute consecutive in gare differenti , la seconda però mi ha causato la rottura dello scafoide, era la prima volta che mi rompevo qualcosa e infatti ho perso buona parte della stagione perchè per 3 mesi sono stato lontano dalle corse...è stato significativo per l’andamento della stagione.
 
Raccontami alcuni momenti della la tua giornata:
 
Qual'è la cosa più impegnativa?
Quando arrivo dall’allenamento, mi riposo poi però devo aspettare 3 ore per andare a cena, ed io sono affamato!!!
 
La più divertente?
Il giorno di scarico, quando esco in bicicletta con i tuoi compagni di squadra...è come un giorno di ferie, facciamo 50/60 km in riva al mare, per noi è relax!
 
Quella obbligatoria?
Uscire in bici
  
Come ti concentri prima di una gara?
Io sono uno molto agitato e nervoso, dipende anche dalle gare che devo affrontare, però penso che la concentrazione venga da sè...ma già la sera prima fatica a dormire, quando tengo ad una gara e so che mi sono preparato e devo andare forte in quell’appuntamento... Poi c'è tuttta una routine,come il fatto attaccare il numero sulla schiena che mi fa entrare nella gara e mi aiuta a concentrarmi.
 
Usi Biotex da alcuni anni, come ti aiuta per affrontare le tue sfide?
Io sono un freddoloso, mi tengo sempre coperto, anche d’estate quando fa caldo caldo io tengo sempre la mia maglietta magari traforata che mi aiuta contro il sudore. Sono molto soddisfatto di questi prodotti sia da quello più pesante a quello più leggero, sono di ottima qualità.

Vorremmo essere portavoce di un tuo messaggio per i tuoi fan , ti va?
Non ne ho ancora tanti di fan… Mi piace molto raccontare quello che faccio, è un lavoro diverso dal resto dei lavori sul mercato...Saluto tutti i miei fans, li ringrazio...mi fa piacere ricevere messaggi di supporto ed io spero di ricambiare in un breve periodo futuro con dei risultati positivi.
 
Quali sono i tuoi obiettivi se sarai convocato per il Giro d’Italia
Sicuramente ci stiamo allenando tanto per è l’obiettivo della nostra squadra fare il Giro d’Italia, io spero di ben figurare, non mi pongo degli obiettivi però per avere la cattiveria e determinazione per allenarsi perchè alla fine non è difficile allenarsi tanto e costantemente, bisogna avere come obiettivo quello di vincere il Giro…poi si sa...
Puntare in alto dà sempre morale e voglia di allenarsi.