1 luglio: inizia la gara più importante dell’anno, quella che ogni bambino sogna di vincere sin da bambino, teatro delle più grandi sfide che mai abbiano avuto luogo tra ciclisti.

Stiamo parlando del più importante tra i tre grandi giri ed uno dei più famosi avvenimenti sportivi dell’anno: Il tour de France

Il giro più antico del mondo

Il Tour de France 2022 è la 109° edizione della competizione ideata Henri Desgrange e Victor Goddet, editore e direttore finanziario del giornale francese del giornale francese Auto, per promuovere le vendite sfruttando il ciclismo, lo sport all’epoca più amato in Francia, e vincere la competizione del proprio principale avversario, il giornale parigino Vélo.

Inizialmente, il giro fu organizzato su 6 tappe dal 1° luglio al 19 luglio, partendo ed arrivando a Parigi passando per le principali città della Francia come Lione, Marsiglia, Bordeaux, Nantes e Tolosa.

Alla prima edizione parteciparono tra i 60 e gli 80 ciclisti, non solo professionisti ma anche dilettanti e lavoratori allettati dal basso costo d’ iscrizione pari a 10 franchi e dagli ingenti premi:
12000 franchi per il vincitore della competizione, 3000 per il vincitore di ogni tappa, 5 franchi al giorno per i primi 50 corridori che avevano vinto meno di 200 franchi e a chi aveva mantenuto una media di 20km/h in tutte le tappe.

Il primo Tour de France partì all’esterno del Café Reveil-Matin a Parigi e finì a Ville d’Avray vicino a Parigi, venendo dominata dal francese Maurice Garin che vinse la competizione aggiudicandosi la maglia gialla, colore del giornale Auto.

Il successo della gara fu tale portare al fallimento il giornale rivale, le Vélo, e aumentare incredibilmente le vendite raggiungendo il record di 854000 nel 1933.

Creazione di un nuovo format

È stato di Desgrange ad inventare ed introdurre il format delle gare a tappe, per fare in modo che i membri delle squadre non potessero collaborare.

In seguito, introdusse il format della cronometro a squadre dando quindi la possibilità di collaborare per raggiungere la vittoria, la facoltà ai ciclisti che cadevano di continuare la competizione il giorno successivo e la possibilità di sostituire i corridori con rimpiazzi freschi.

Organizzazione

Le edizioni dal 1903, anno d’istituzione del Tour de France, al 1939, anno d’inizio del secondo conflitto mondiale furono dirette da Henri Desgrange.

Nel 1947 i ciclisti ripresero a gareggiare nella competizione più importante d’Europa grazie all’Equipe, il più importante giornale sportivo francese, che sotto la guida del suo fondatore, Jacques Goddet, tornò ad organizzarlo.

E l’Auto?

L’Auto fu chiuso definitivamente nel 1944 in quanto pubblicò articoli a favore dei nazisti.

La nuova direzione del Tour de France si avvalse anche di Félix Lévitan, Christian Proudomme, attuale direttore, introducendo il tradizionale traguardo allo Champs-Élysées e l’attuale struttura della competizione.

Maglie

Il Tour de France si caratterizza per la presenza di 4 maglie che identificano i leader delle varie classifiche:

  • La maglia gialla identifica il leader della classifica generale
  • La maglia verde identifica il leader della classifica a punti
  • La maglia bianca a pois rossi identifica invece il migliore scalatore
  • La maglia bianca identifica il miglior giovane a cui possono aspirare solo i migliori giovani aventi meno di 25 anni al 1° gennaio dell’anno in cui si tiene la corsa

Il Tour però non è famoso solo per le iconiche maglie per ciclismo, ma anache per dei pettorali unici nel loro genere.

Sono presenti inoltre due pettorali:

  • uno giallo con numeri neri per i corridori della squadra leader
  • uno rosso con numeri bianchi per il ciclista più combattivo

Campioni

Vincere il Tour de France significa essere ufficialmente riconosciuto come uno dei migliori ciclisti del mondo, non a caso nell’albo dei vincitori sono presenti solo i nomi dei ciclisti più famosi come Chris Froome, Egan Bernal, Tadej Pogačar, Vincenzo Nibali e Alberto Contador, campioni non solo per l'eccellente abbigliamento per ciclismo ma per molto di più.

Solo il meglio prende infatti parte a questa gara.

Il Tour de France 2022 inizierà il 1° luglio a Copenaghen in Danimarca e terminerà il 24 luglio col tradizionale arrivo a Parigi agli Champs Élysées, per te chi vincerà?

Barbara Bassi

Ciao sono Barbara, blogger e responsabile business development in Biotex dal 2008. Con grande passione mi dedico alla stesura degli articoli del blog che riguardano gli aspetti più tecnici dei capi Biotex come l’utilizzo di fibre innovative per poter garantire in maniera costante il miglior clima per la propria pelle. Questi 10 anni e più di esperienza diretta mi permettono di avere una visione a 360° su quello che è stato e l’evoluzione tecnologica applicata ai tessuti sportivi degli ultimi anni e che Biotex, con lungimiranza, ha saputo prevedere e ci ha creduto fin da subito.

 

Iscriviti alla newsletter

Riceverai subito il CODICE SCONTO del 10% valido per il 1° ordine e in anteprima le novità e le promozioni sui prodotti!