Le vampate di calore sono un fenomeno molto più comune di quanto si pensi, che colpisce molte persone al di là dell'età e del sesso.

Si possono però tracciare delle differenze, trattandosi di un fenomeno più tipico nelle donne vicine alla menopausa, rispetto a uomini e giovani.

Possono poi essere dovute a stati emotivi particolarmente agitati e ansiosi, oltre che allo stress e alla stanchezza.

Un'altra causa è da ricercarsi nell'alimentazione, in particolar modo in caso di cibi molto piccanti o anche a seguito di un pasto particolarmente abbondante.

Non è detto però, che se soffri di vampate di caldo tu abbia mangiato troppo o sia particolarmente stressato: potresti semplicemente indossare indumenti sbagliati, che favoriscono l'accumulo eccessivo di calore e quindi gli attacchi di caldo.

Per ovviare al problema basta rinnovare un po' il guardaroba, cominciando dall' intimo fino ad arrivare ai soprabiti e ai cappotti.

Vampate di calore: l'abbigliamento più adatto per risolvere il problema

Per evitare l'eccessiva sudorazione, la cosa migliore è partire dall’abbigliamento intimo, che deve essere di un tessuto particolare.

La scelta migliore in questo caso è il cotone o il lino, che rende libera la parte e soprattutto non aderisce troppo alla pelle e che dia una sensazione di caldo.

Cerca di non acquistare indumenti intimi troppo stretti, sia perché favoriscono gli attacchi di caldo e il sudore, sia perché ostacolano la circolazione e non fanno bene all'organismo, soprattutto per i maschi.

Tra boxer e mutande scegli la comodità: una mutanda con la banda elastica potrebbe non essere eccessivamente comoda, rispetto a un boxer più largo che garantisce maggiore freschezza.

Il cotone in inverno lascia il posto al lino nella stagione estiva, che assicura un costante ricambio d'aria e limita al massimo la sudorazione.

Devi infatti tenere presente che le parti intime non vengono coperte solo dalle mutande, ma anche dai vestiti che indossi sopra di esse! 

Per questo motivo, è fondamentale la freschezza del tessuto, sia esso naturale o sintetico.

Tra le fibre sintetiche, la migliore è senza dubbio il polipropilene, perfetto in ambito sportivo ma utilizzabile anche per un semplice cambio intimo da tutti i giorni.

Discorso analogo deve essere fatto per il reggiseno, altro indumento che non deve stringere eccessivamente né fare sudare.

Canotta Second SKIN

Canotta Second SKIN

scopri di più

Canotta DONNA Microrete

Canotta DONNA Microrete

scopri di più

Canotta Microrete

Canotta Microrete

scopri di più

T-Shirt Microrete

T-Shirt microrete

scopri di più

Barbara Bassi

Ciao sono Barbara, blogger e responsabile business development in Biotex dal 2008. Con grande passione mi dedico alla stesura degli articoli del blog che riguardano gli aspetti più tecnici dei capi Biotex come l’utilizzo di fibre innovative per poter garantire in maniera costante il miglior clima per la propria pelle. Questi 10 anni e più di esperienza diretta mi permettono di avere una visione a 360° su quello che è stato e l’evoluzione tecnologica applicata ai tessuti sportivi degli ultimi anni e che Biotex, con lungimiranza, ha saputo prevedere e ci ha creduto fin da subito.

 

Iscriviti alla newsletter

Riceverai subito il CODICE SCONTO del 10% valido per il 1° ordine e in anteprima le novità e le promozioni sui prodotti!

Visita il nostro Shop online